Il nome di Chuck Palahniuk è spesso associato al celebre best-seller Fight club, divenuto, nel 1999, anche un cult-movie dal titolo omonimo. L’esperienza dello scrittore americano, tuttavia, non deve – e non può – essere racchiusa in un’unica opera. Il talento letterario di Palahniuk, infatti, lo ritroviamo anche in altri suoi lavori come nel caso del saggio La Scimmia pensa, la scimmia fa. Dalla copertina del libro, confezionata da una splendida veste grafica in cui si vede una scimmia con in mano una pistola, rimaniamo colpiti, sin da subito, dal sottotitolo, ovvero, “Quando la realtà supera la fantasia”. Questa espressione, particolarmente acuta, mostra l’interesse dell’autore per la rappresentazione della realtà, elemento che traspare, in maniera del tutto cristallina, anche in Realtà e narrazione: una premessa prefazione scritta da Palahniuk in persona. Il saggio, composto da un totale di 23 racconti, è suddiviso in 3 differenti parti, intitolate, rispettivamente Insieme; Ritratti; Personale; ognuna delle quali caratterizzata da un taglio narrativo diverso. In Insieme, una raccolta di 9 racconti (Il festival del testicolo; La carne si produce qui; Voi siete qui; Demolizione; La mia vita da cane; Professioni di fede in pietra; Frontiere; Una lattina di carne umana; La signora), lo scrittore trae ispirazione dalle stravaganze dell’uomo contemporaneo. Ciò si può osservare, ad esempio, in Il festival del testicolo, narrazione di un bizzarro festival (appunto il “Testicle Festival”) svolto in una piccola cittadina del Montana; in Demolizione basato su un demolition derby con le mietitrebbie o in Professioni di fede in pietra in cui viene raccontata l’eccentrica passione di alcuni milionari americani diventati costruttori di castelli. In Ritratti, la seconda parte del saggio, troviamo, invece, una selezione di 7 racconti: Con parole sue; Perché non si muove; Non cerco Amy; Leggersi le carte; I bodhisattva; Errore umano; Egregio signor Levin,. In questo caso l’autore, attraverso l’espediente dell’intervista, delinea i profili di alcuni interessanti personaggi della società attuale. Questo è ciò che viene a compiersi in Perché non si muove, dove Andrew Sullivan, giornalista, scrittore inglese e attivista per i diritti degli omosessuali, espone alcuni momenti della sua vita o in Leggersi le carte, in cui la celebre rockstar Marylin Manson (pseudonimo di Brian Hugh Warner), mediante un’autolettura dei tarocchi, compie un percorso autobiografico e della sua personale esperienza artistica. Il saggio si conclude con Personale, sezione autobiografica e più intima, caratterizzata da 7 racconti: Accompagnatore; Quasi California; Lip Enhancer; La scimmia pensa, la scimmia fa; Camminare sul filo; Adesso ricordo ; Premi di consolazione. Tra i racconti da segnalare, in questa parte, emergono – senza ombra di dubbio –  Accompagnatore, descrizione accurata del tempo trascorso da Palanhiuk insieme ad un malato terminale e Quasi California, racconto tragicomico e grottesco, in cui lo scrittore narra di una sua infezione al cuoio capelluto poco prima dell’incontro con gli agenti della produzione del film Fight Club.

A questo punto, allora, la domanda che sorge spontanea è:« perché leggere La Scimmia pensa, la scimmia fa?» La risposta è semplice. Palanhiuk, attraverso un linguaggio innovativo, caratterizzato da uno stile crudo, asciutto e a tratti nichilista, ci conduce, mediante la sua dimensione minimalista, ad esplorare varie sfaccettature del genere umano. Lo scrittore ci presenta situazioni grottesche, assurde e tragicomiche, ribaltando, abilmente, il concetto di realtà ordinaria. La narrazione di eventi, talvolta anche banali, dunque, non sembrano stancare mai il lettore che, divertito, dalla narrazione di storie tratte esclusivamente dalla realtà, prova, nel momento della lettura, sensazioni di straordinario ed intenso stupore. Da leggere assolutamente.

 

Jes

 

anche in:

http://www.lettoriribelli.com/2017/08/la-scimmia-pensa-la-scimmia-fa.html

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Latest Posts By Alessandro Gioia

Categoria

Cultura

Tag

, , ,