Argomento: “Orgoglio Italico”

Silvia Romano: connessioni anche con l’11 Settembre.

Tesi acclamate sostengono che fosse la compagna di uno degli attentatori delle Torri Gemelle.

Sono fiero del mio paese. Tutto si può dire dell’Italia tranne che questo virus non ci abbia cambiato. Le riaperture sono state migliaia e il famoso rigore italico sta facendo il suo dovere. Le strategie per la gestione della crisi sono solo da affinare ma tutto funziona come un orologio svizzero: il Governo vara misure caute e le regioni spingono per riaprire anche i negozi di bomboniere a forma di pene; le aziende non sanno se potranno riprendere a lavorare e aspettano direttive ministeriali fatte alle quattro del mattino, come dopo una serata di birra e Negroni in discoteca, che con preavviso zero impongono sanzioni e misure da adottare un giorno per l’altro; l’accredito della cassa integrazione arriva puntuale e una famiglia su tre è in sofferenza per la mancanza di denaro; il PIL è in caduta libera e l’economia del baratto sta suonando alla porta con un gigantesco “te l’avevo detto” scritto sulla maglietta.

Ci sono però anche notizie positive. Con le misure di contenimento del virus, i lavoratori dei campi, per la maggior parte immigrati senza permesso, non posso più recarsi tranquillamente sul posto di lavoro e la frutta e verdura italiana comincia a scarseggiare nei supermercati. La soluzione di regolarizzare provvisoriamente queste persone, con lo scopo di prevenire la crisi alimentare, è però inaccettabile per molti. Come dargli torto? In primis i pomodori in scatola sono buonissimi, così tanto che sanno di carota misto legno con sfumature di pozzanghera. In secondo luogo, essersi accorti di dipendere dai migranti per una cosa qualsiasi è un attentato all’orgoglio italico: meglio la fame che mangiare qualcosa che hanno toccato degli irregolari, con quelle mani piene di delinquenza, spaccio di droga e virus ebola. Regolarizzare questi invisibili equivarrebbe a favorire gli stranieri a discapito delle attività italiane. Come farebbe il settore “mafia” a sottopagare, schiavizzare e sfruttare queste persone se fossero inquadrate regolarmente?

Sempre a proposito di mafia, il ministro Bonafede è stato accusato di aver organizzato alcune nomine pubbliche sotto pressioni della criminalità organizzata. Dopo anni di trattative segrete Stato-Mafia, gruppi di lobbisti infiltrati negli schieramenti politici e la recente scarcerazione di numerosi esponenti malavitosi, mi riesce difficile credere a queste accuse. Il ministro difatti si è detto “ferito nell’onore” (che neanche Al Pacino nel Padrino) da queste affermazioni, ha rivisto il decreto e dato la responsabilità ai magistrati di valutare i casi e re-incarcerare i boss usciti di prigione. E intanto Poste Italiane sta mettendo a punto sconti ad hoc per la consegna prioritaria di bossoli e lettere minatorie.

Altra nota positiva è stata la scarcerazione di Silvia Romano, attivista internazionale rapita in Kenya nel 2018 da un gruppo di matrice islamica. La ragazza, dopo la prigionia e la conversione alla fede mussulmana, è stata accolta da una parte dei cittadini e dai politici di destra con calore, molto calore, così tanto che qualcuno si sarebbe proposto persino bruciarla. Dopo essersi presa insulti sulla moralità, minacce fisiche, accuse di neo-terrorismo e la colpa per l’undici Settembre, la polizia ha dovuto organizzare pattugliamenti sotto casa sua per garantirne l’incolumità: noi Italiani sì che sappiamo far sentire speciali le persone.

La strada per risalire la china è ancora lunga ma procedendo con ordine, mettendo i temi importanti in primo piano e usando le nostre passioni in maniera produttiva, ce la faremo sicuramente. La stiamo già facendo. Ho fiducia nel mio paese, nella mia Italia. Teniamo duro, insieme non potranno fermarci. Dalla mia casa di Zurigo vi saluto e vi auguro una buona riapertura.

Paolo Ammazzamauro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categoria

Satira

Tag

, , , , , , ,